CENTRALINO - 050 7518211 info@misericordianavacchio.itLunedì - Venerdì: 8:15-18:30 Sabato: 8:15-12:30


La linea guida della Misericordia

Lo Statuto


Il movimento caritativo delle Misericordie, nato dalla Compagnia di S.Maria che “…. Ebbe cominciamento per lo padre messer santo Pietro martire l’anno 1244 nella vigilia dell’Assunzione della Beata Vergina Maria à dì 14 Agosto” (Bibl. Naz. Firenze, fondo Magliabecchiano, XXVII, 300, c,127) , intende far proprio il messaggio che il Sommo Pontefice Giovanni Paolo II consegnò alle Misericordie nell’udienza del 14 Giugno 86 che segnò un nuovo corso storico delle Misericordie italiane alla vigilia del terzo millennio; corso storico che le vede “Fautrici della civiltà dell’Amore e testimoni infaticabili della cultura della Carità”.

CAPO I

COSTITUZIONE NATURA E SCOPI DELLA MISERICORDIA

Articolo 1

E’ istituita in Navacchio l’Associazione dal titolo “VENERABILE CONFRATERNITA DI MISERICORDIA DI NAVACCHIO” con sede in Cascina, frazione Navacchio (Pisa), Via Carlo Cammeo n°24 – Diocesi di Pisa. Essa istituzione è posta sotto l’invocazione di Dio, di Maria Santissima e di Sant’Antonio da Padova.

Articolo 2

La Misericordia di Navacchio è sodalizio di volontariato avente per scopo la costante affermazione della carità e della fraternità cristiana attraverso la testimonianza delle opere in soccorso dei singoli e delle collettività contribuendo alla formazione delle coscienze secondo l’insegnamento del Vangelo e della Chiesa Apostolica Romana.L’Associazione ha durata illimitata, non ha fini di lucro.

Articolo 3

La Misericordia di Navacchio è costituita agli effetti giuridici come Associazione di Confratelli secondo l’art.18 della Costituzione della Repubblica Italiana.

Articolo 4

Scopo della Confraternita è l’esercizio volontario, per amore di Dio e del Prossimo, delle opere di Misericordia, corporali e spirituali.La Confraternita potrà promuovere ed esercitare tutte quelle opere di umana e cristiana carità suggerite dalle circostanze e rendersene partecipe impegnandosi così a contribuire all’analisi ed alla rimozione dei processi e delle cause di emarginazione e di abbandono dei sofferenti, attuando nei propri settori di intervento opera di promozione dei diritti primari alla vita, alla salute, alla dignità umana, nell’ambito di un nuovo progetto di crescita civile della società a misura d’uomo.

Articolo 5

Per il raggiungimento degli scopi previsti dall’art. 4 la Confraternita potrà svolgere l’attività di gestione, in proprio o in collaborazione con altre Organizzazioni ed Enti, di strutture di prevenzione, assistenza, cura e riabilitazione a carattere sanitario, sociale, socio-sanitario.Nella tradizione del movimento delle Misericordie potrà, inoltre, svolgere servizi di assistenza, cura, riabilitazione a domicilio, nonché attività di trasporto sanitario, sociale e onoranze funebri.Per l’espletamento delle attività di cui ai commi precedenti la Confraternita potrà convenzionarsi con gli Enti Locali secondo la normativa vigente, nonché partecipare a soggetti terzi quali società, associazioni o consorzi”.

Articolo 6

In relazione al carattere cristiano inerente la vita associativa, la Confraternita mantiene i rapporti con le Autorità Ecclesiastiche anche attraverso il proprio Assistente ecclesiastico.

Articolo 7

Lo stemma della Confraternita ha carattere nazionale ed è comune a tutte le Confraternite di Misericordia operanti sul territorio italiano nel modello approvato dalla Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia.E’ rappresentato da un ovale, con fondo azzurro contornato da due tralci di alloro, con l’emblema della croce latina di colore rosso, con ai lati le lettere in gotico “F” ed “M” di colore giallo (“Fraternita Misericordiae”). o stemma e l’emblema, a cui si è aggiunta la località di Navacchio, non potrà subire alcuna modifica.

Articolo 8

La Confraternita trae i mezzi economici e finanziari per il raggiungimento degli scopi istituzionali dalle rendite del patrimonio immobiliare e mobiliare, dalle quote degli iscritti, dalle offerte, contributi e lasciti che potranno ad essa pervenire da soggetti pubblici o privati, nonchè dall’esercizio delle attività di cui all’art. 5.

Articolo 9

Il volontariato è la divisa morale dei Confratelli in ogni loro prestazione di attività.E’ fatto espresso divieto per i Confratelli l’accettare qualsiasi forma di compenso.Il Confratello di Misericordia riceve dall’assistito la propria ideale retribuzione solo nella coscienza del dovere compiuto.

Articolo 10

La Confraternita promuove la donazione del sangue e degli organi attraverso la Consociazione nazionale donatori di sangue FRATRES delle Misericordie d’Italia.  I reciproci rapporti saranno disciplinati da apposito protocollo.

[…continua]


Recapiti Telefonici

Centralino Poliambulatorio: 050 7518211

Trasporto Sanitario: 050 7518228



Dove Siamo

Misericordia di Navacchio
Via Carlo Cammeo, 24 Cascina (Pisa) 56023



Servizi Online

Permette di  Prenotare Online le visite specialistiche o scaricare il Referto Online.


Misericordia Navacchio Via Carlo Cammeo, 24 Cascina (Pisa) 56023