Misericordia di Navacchio... Un servizio al Prossimo
CENTRALINO - 050 7518211 - info@misericordianavacchio.it
 
 
 
 
L'ASSOCIAZIONE
IL POLIAMBULATORIO

LISTINO PRESTAZIONI

ORARI E PRESTAZIONI

RICOVERO - CASA DI CURA
L'OSPEDALE DI COMUNITÀ
TRASPORTI SANITARI
SERVIZI SOCIALI
PROGETTO A.D.A. - BADANTI
Moduli associativi
 
News & Eventi

Graduatoria dei volontari di progetto

Convegno Pronto Badante - 26 maggio 2017

Liceo Artistico di Cascina e Misericordia di Navacchio

Gallerie Fotografiche
 
Ultimi Video caricati
 
Le riflessioni del volontario
 

L’attività del gruppo volontari del servizio di trasporto sanitario si ispira ai principi della solidarietà e della carità cristiana, attraverso opere di misericordia a favore di chi è più svantaggiato.

 

Il volontario va inteso come persona libera che con assoluta gratuità si mette a disposizione dei bisogni della Misericordia di Navacchio ( servizi ordinari, servizi di emergenza 118, servizi sociali, iniziative esterne); rispetta inoltre i principi del volontariato e dell’amore verso il prossimo.

 

Il volontario è vicino a chi si trova in difficoltà; nessun è obbligato, ma basta poco per dare una risposta concreta a chi del nostro territorio si trova nel dolore.

 

Uno dei principi della Misericordia di Navacchio , è quello di dare maggior ascolto ai bisogni della collettività del proprio territorio. Quindi i servizi strettamente legati al territorio di appartenenza ( così detti servizi ordinari/ e sociali) devono avere una corsia preferenziale.

 

Ciò che ci deve distinguere è il modo con cui svolgiamo un servizio sia ordinario che di 118; ci deve essere sì la preparazione tecnica (corsi di formazione di I° e II° livello/ team leader/autista), ma anche un’attenta sensibilità nei confronti del malato.

Fra i volontari si deve instaurare una complicità di intesa, di amicizia e di rispetto; quando viene meno una di queste caratteristiche viene meno il nostro operato di volontariato. Basta con il dire “ Io con lui o lei non ce lo faccio il servizio” oppure “ lui non è una persona seria”… Noi non siamo nessuno per poter giudicare; se lo facciamo, sbagliamo e allora a cosa serve venire qui a far del bene se poi dietro alle spalle facciamo il male??? Io credo che è giunto il momento di dare una svolta seria e concreta del nostro appartenere alla Misericordia di Navacchio; far vedere la nostra luce, il nostro amore per il prossimo senza distinzioni.

Per cercare di spiegarmi meglio faccio un esempio prendendo la figura di Madre Teresa:

 

“ Un giornalista, una volta, fece questa domanda a Madre Teresa:

“ Madre, lei ha più di 70 anni: quando morirà, il mondo sarà come prima. Cosa è cambiato dopo tanta fatica?”. Lei, senza sdegno o indignazione ma con il suo fare affettuoso e luminoso, rispose: “Io non ho mai pensato di poter cambiare il mondo! Ho cercato soltanto di essere una goccia di acqua pulita nella quale potesse brillare la luce di Dio. Le pare poco?.” Il giornalista rimase senza parole circondato dal silenzio dell’ascolto e dell’emozione.

Madre Teresa allora continuò “ Cerchi anche lei di essere una goccia di acqua pulita e così saremo in due. E’ sposato?”. Lui rispose: “Sì Madre” Lei prosegui: “lo dica anche a sua moglie e così saremo in tre. Ha dei figli?” . “Tre figli, Madre.” .Subito rispose ormai da tale personalità. “Bene, lo insegni anche ai suoi figli e così saremo in sei…”.

Lei voleva dire che ognuno di noi possiede un piccolo ma indispensabile capitale d’amore da dedicare agli altri.

 
 
 
 
 
         
Misericordia Navacchio
Via Carlo Cammeo, 24
56023 Cascina Pisa

info@misericordianavacchio.it
WWW.MISERICORDIANAVACCHIO.COM

Centralino: 050 7518211
Trasporto Sanitario: 050 7518228
CONTATTACI
 
         
@ copyright Misericordia Navacchio Via Carlo Cammeo, 24 Cascina (Pisa) 56023